Quesito personale: Libro o eBook?

Leggere è importante, come lo sono le opinioni sul confronto Carta Vs Digitale di tutti

Leggere è importante, e su questo non ci piove. Avere una discussione con una persona che legge molto ha un’abissale differenza rispetto all’averla con chi non legge affatto. Non è importante cosa e quanto, l’importante è leggere.

A tal proposito vorrei illustrare il mio pensiero riguardo il quesito “Libro cartaceo contro la sua versione digitale“, anche se i pensieri sono già molti e contrastanti tra di loro.

Il profumo della carta

Chi ama leggere di certo ama entrare in una libreria ed essere avvolti dal profumo della carta, tanto più aprire un libro fresco di stampa e sentirsi avvolgere. Come quando apri la portiera di una nuova auto e resti ubriaco dal profumo di nuovo. Questo, secondo me, è il primo aspetto che mi fa preferire il libro cartaceo. Toccare le parole con mano, pesarle, rigirare il volume tra le mani per capire se lo si riesce a sentire come un’estensione del proprio braccio, proprio come se fosse una spada, è una cosa che manca e mancherà sempre ad un eBook reader. Da questo punto di vista il dispositivo elettronico non ha un’anima, per quanto comodo possa essere.

I consigli del libraio

Il libraio, questo mestiere che rischia di entrare nelle categorie a rischio, è il nostro guru. Certo, qui si sta parlando di quelli che lavorano nelle proprie librerie, quelle piccole botteghe che ti fanno sentire a casa tua, non nelle grandi librerie che si trovano nei centri commerciali. Ti serve un consiglio? Vuoi fare un regalo perfetto? Parla con il libraio, colui che oltre a venderli i libri li legge anche, e lui ti darà un consiglio. A volte te ne consiglia anche più di uno. Certo, per il digitale esiste sempre Anobii, che è un ottima risorsa, ma sicuramente parlare con un esperto del settore è sempre meglio che leggere le recensioni degli altri lettori.

Inoltre, girare in una libreria ha sicuramente un fascino più elevato rispetto al restare a casa avanti al computer, cercando su uno store online qualcosa di nuovo da leggere.

2500 contro uno

Un eBook reader con una memoria interna di 4GB può contenere circa 2500 libri al suo interno. Un’intera biblioteca che potete mettere nella vostra tasca. Una comodità che non ha eguali, ma c’è da dire che se due persone vogliono leggere in quella libreria non si può, perché l’ebook reader è uno solo. Se 2500 persone hanno voglia di leggere tutte allo stesso momento, avranno bisogno di avere 2500 dispositivi con accesso a quella libreria. Avere una libreria con 2500 libri, invece, permette a 2500 persone di leggere contemporaneamente.

Il costo della cultura

Parliamoci chiaro, la convinzione che avere un eBook reader ci permette di risparmiare sulle nostre letture è pura fantascienza. Innanzitutto bisogna comprare il dispositivo che ha un costo per nulla irrisorio, inoltre i libri in formato digitale hanno solo una piccola percentuale di risparmio rispetto alla versione cartacea. Bisogna leggere veramente tanto prima di riuscire ad ammortizzare il costo dell’acquisto di un eBook reader. Se poi ci mettiamo che un libro lo possiamo acquistare usato, rivenderlo, passarlo. Invece la versione digitale ha bisogno del pagamento di una licenza che non è possibile cedere a terzi. Se vogliamo far leggere un ebook che abbiamo acquistato a qualcun altro, dovremo cedergli tutto il dispositivo. La cultura con un libro cartaceo è senz’altro più economica rispetto.

Ecologia

La carta inquina meno di un dispositivo. Ma su questo punto dobbiamo un attimo ragionarci, perché è quello che mi ha convinto a riacquistare un nuovo eBook reader.

L’acquisto del mio ultimo Kindle risale al 2012, e devo dire che mi ha soddisfatto non poco. Sottile, leggero, compatto, solo l’ho venduto per i punti che ho descritto sopra. Ho quindi ricominciato ad acquistare libri e dopo anni sono arrivato ad una conclusione.

Quanti libri vengono stampati ogni anno? Quanti vengono stampati su carta riciclata? Quanti alberi vengono tagliati ogni anno per poter stampare dei libri nuovi? La mia libreria è oramai colma e devo decidere di quale fare a meno, altrimenti altri libri non posso comprarli, perché non so dove metterli.

E tutti i libri che non vengono venduti, che fine fanno? Dove finiscono? Li ritirano e li riciclano, oppure si limitano a infilarli in un cassonetto dei rifiuti? L’eBook reader, quando smette di funzionare, sappiamo di doverlo smaltire in un’area ecologica RAEE, ma almeno stiamo buttando un dispositivo di 80 grammi che affronta un processo di riciclaggio. E tutte quelle tonnellate di carta?

Sono arrivato alla conclusione che un eBook reader è la scelta più sostenibile per coltivare la propria passione per la lettura.

Link e Riferimenti

Su Amazon troviamo dispositivi e libri, ma è solo uno dei tanti store.

Condividi se l'articolo ti è piaciuto, ci aiuterai a crescere

Francesco

Fondatore e amministratore di Dummy-X dal 2007, condivido interessi, idee, progetti, e soluzioni informatiche. Non vendo prodotti, mi limito a descrivere tecnologie e a mettere a disposizione gli strumenti adatti per poter realizzare idee. Tutto ciò che scrivo è frutto della mia esperienza lavorativa e della mia voglia di imparare. Da sempre studio l'informatica in tutte le sue angolazioni (software, hardware, reti e sicurezza) e negli ultimi anni mi sono specializzato nello sviluppo di web applications. Sono sempre aperto a nuove sfide e alla ricerca e conoscenza delle nuove tecnologie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *