Metto 2 stelle perché non c’è l’italiano

Mettiamoci nei panni di uno sviluppatore straniero che legge questo commento come recensione per la propria app

Ogni volta che cerco una nuova app per il mio smartphone e, prima di installarla, ne controllo le recensioni, mi fanno imbestialire quelli che la votano con le 2 stelle su 5 e inseriscono come commento “metto 2 stelle perché non c’è l’italiano, mettetelo e vi metto le 5 stelle”.

A tutti i geni del male che scrivono commenti del genere vorrei dedicare alcune parole, da sviluppatore.

Se mi venisse in mente un’idea vincente per un’app, e se riuscissi a realizzarla e a caricarla sul Play Store di Google, come dovrei sentirmi se un inglese mi commentasse con un “metto 2 stelle perché non c’è l’inglese”, anche se la cosa sarebbe più corretta perché la lingua internazionale non è l’italiano, ma l’inglese?

A tutte quelle persone bisogna far capire alcune cose in particolare

  1. L’inglese è la lingua internazionale. Non viene usata solo in America e in Inghilterra, ma anche in tutti gli altri paesi che non sono l’Italia. Se quindi qualcuno vuole pubblicare qualcosa che tocchi una scala maggiore d’utenza, deve pubblicarla in inglese perché, come detto prima, è una lingua internazionale.
  2. Le stelle sul Play Store sono una votazione che serve all’utente che vuole installare quell’app per capire in anticipo se quell’app funziona bene, e fa quello che promette di fare. Se scarico una calcolatrice che sbaglia le divisioni, a quella calcolatrice bisogna mettere una votazione bassa. La cosa non ha niente a vedere con la lingua utilizzata. Se l’app è studiata per una lingua che l’utente non conosce, quest’ultimo non può nemmeno permettersi di votarla.
  3. Le 2 stelle non andrebbero all’app perché le manca l’italiano, ma andrebbero all’utente che non conosce l’inglese. L’ignoranza di un individuo non può essere presa in considerazione per la valutazione delle capacità di un applicativo.

Il problema dell’utente medio, purtroppo, è la consapevolezza che bisogna usare il comando INSTALLA da uno store per ottenere un’app. Il suo problema è che non sa assolutamente cosa significa progettare e realizzare un’app per qualunque piattaforma.

Il problema dell’italiano medio è che si fa sempre riconoscere, anche su uno Store online.

Ogni articolo è soggetto ad aggiornamenti, condividi se ti è piaciuto
Se i link risultano corrotti segnalacelo tra i commenti, li correggeremo.

Francesco

Fondatore e amministratore di Dummy-X dal 2007, condivido interessi, idee, progetti, e soluzioni informatiche. Non vendo prodotti, mi limito a descrivere tecnologie e a mettere a disposizione gli strumenti adatti per poter realizzare idee. Tutto ciò che scrivo è frutto della mia esperienza lavorativa e della mia voglia di imparare. Da sempre studio l'informatica in tutte le sue angolazioni (software, hardware, reti e sicurezza) e negli ultimi anni mi sono specializzato nello sviluppo di web applications. Sono sempre aperto a nuove sfide e alla ricerca e conoscenza delle nuove tecnologie.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *