Dummy-X

Informatica a portata di tutti

Come migrare WordPress da PHP 5.6 a PHP 7

17 ottobre 2018 / Hi-Tech / 71 visualizzazioni
Scritto da  

Il passaggio a PHP 7 (o 7.1  o 7.2) è un procedimento da fare per la sicurezza e per migliorare la velocità del nostro sito

Eseguire un aggiornamento della versione 5.6 di PHP prima della fine del 2018 è di fondamentale importanza in termini di sicurezza. A partire da Gennaio 2019 il 60% dei siti web corrono rischi grossi in termini di sicurezza in quanto questa versione di PHP non riceverà più supporto.

Bisogna, quindi, passare alle versione superiore PHP 7 che non solo ci permette di continuare a ricevere supporto in termini di sicurezza, ma ci permette di migliorare notevolmente le prestazioni del nostro sito web in quanto consuma meno risorse rispetto alla versioni precedenti.

Cosa faccio se uso WordPress?

Questo articolo è dedicato proprio a chi usa WordPress. Il CMS supporta le nuove versioni di PHP (7, 7.1 e 7.2), ma prima di abilitarlo bisogna eseguire un controllo di compatibilità del tema che stiamo utilizzando e di tutti i plugin. Per farlo è possibile utilizzare il plugin PHP Compatibility Checker, che eseguirà uno scan di tutta l’installazione verificando se tutta la nostra configurazione è compatibile o meno con la versione di PHP desiderata.

Nel caso in cui il plugin trovi delle incompatibilità, bisognerà cambiare l’eventuale tema o disabilitare/trovare un’alternativa del plugin segnalato prima di eseguire l’upgrade.

Sia chiaro che è meglio eseguire il test alla versione più aggiornata disponibile sul nostro hosting. Per esempio, il mio hosting mi permette l’aggiornamento a PHP 7, PHP 7.1 e PHP 7.2, di conseguenza mi conviene provare ad eseguire un test di compatibilità direttamente con la versione 7.2.

Procediamo

Dopo aver verificato l’effettiva compatibilità della nostra configurazione, non ci resta che passare alla nuova versione di PHP. La procedura è diversa a seconda dell’hosting che stiamo utilizzando. Ci basterà, infatti, andare sul pannello di controllo dell’host (non sto parlando della bacheca di WordPress) ed eseguire i passi indicati

È importante ricordare di eseguire un backup di tutto l’hosting, sempre per prevenzione.

Eventuali (probabili) problemi

Dopo il passaggio alla versione successiva di PHP potrebbero riscontrarsi dei problemi. Il primo riguarda la revoca dell’accesso al database, che non ci permetterà più di vedere il nostro blog su WordPress. In questo caso è probabile che servirà il supporto tecnico del nostro host, ma prima proviamo a cambiare la password dell’utenza del database (sempre dal pannello di amministrazione dell’hosting), magari anche forzando quella che avevamo prima.

Un altro problema potrebbe verificarsi in qualche pagina PHP che abbiamo scritto noi (uno script personale, per esempio) e che potrebbe avere sintassi deprecata, ma quello è un problema di sviluppo che non ha niente a che fare con quest’articolo.

Condividi se l'articolo ti è piaciuto, ci aiuterai a crescere
Francesco Celiento
Fondatore e amministratore di Dummy-X dal 2007, condivido interessi, idee, progetti, e soluzioni informatiche. Non vendo prodotti, mi limito a descrivere tecnologie e a mettere a disposizione gli strumenti adatti per poter realizzare idee. Tutto ciò che scrivo è frutto della mia esperienza lavorativa e della mia voglia di imparare. Da sempre studio l'informatica in tutte le sue angolazioni (software, hardware, reti e sicurezza) e negli ultimi anni mi sono specializzato nello sviluppo di web applications. Sono sempre aperto a nuove sfide e alla ricerca e conoscenza delle nuove tecnologie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *