Brother MFC-L2700DW: La recensione

Abbiamo avuto la possibilità di provare questa stampante laser e ne siamo rimasti molto soddisfatti

brother mfc l2700dw

Siamo rimasti molto soddisfatti di questa stampante multifunzione laser, e siamo convinti della sua affidabilità sia in ufficio che in uso domestico.

Utilizzo in generale

Come utilizzo multifunzione è nella media. La qualità di stampa è molto alta, e la velocità di stampa rimane elevata anche nella modalità fronte/retro, modalità disponibile solo per la stampa e non anche per la funzione fotocopiatrice. Nel complesso è una mini-stampante multifunzione da ufficio, nel senso che pur essendo molto compatta è fedele alle modalità d’uso delle grandi fotocopiatrici multifunzione da ufficio.

Connessione

La connessione è il punto forte di questa stampante. Se volessimo collegare una stampante tramite cavo usb al nostro modem, quest’ultimo deve avere la porta print dedicata alla stampante oltre che allo spazio necessario per poterla sistemare nelle sue prossimità. La MFC-L2700DW offre la possibilità di allacciarsi alla rete domestica direttamente tramite wi-fi, e questo ci consente di poter utilizzare il nostro modem anche se non ha la porta print dedicata, oltre al fatto di poterla sistemare ovunque in casa a patto che sia a portata della nostra rete wi-fi.

L’unico mio consiglio è quello di configurare la rete wireless previa configurazione guidata (selezionando SSID e inserendo la password di rete) e non tramite wps, perché altrimenti ogni volta che andate a spegnerla dovremo rieseguire la procedura di accoppiamento.

Inoltre, permette di essere utilizzata tramite smartphone utilizzando l’app Brother iPrint&Scan sul Play Store.

brother iprint e scan app screen

Toner economico

Basta farsi un giro su Amazon per scoprire che il toner per questa stampante è economico, sia per quanto riguarda le originali che le compatibli. La scheda tecnica della stampante dichiara un’autonomia di 2600 pagine con un kit toner nuovo.

Inkjet o laser?

Fino a 2 – 3 anni fa avrei risposto senz’altro inkjet, perché erano le stampanti più a buon mercato, e si riuscivano a trovare cartucce compatibili in ogni prezzo. Oggi la mia scelta ricade totalmente sulle laser per alcuni semplici motivi:

  • Sono più veloci e il tempo di accensione richiede il riscaldamento della macchina, e non la solita pulizia degli ugelli che consuma inchiostro (seppur in minime quantità) ogni volta che le si accende. Bisogna solo ricordare di posizionarla in un luogo asciutto, perché il toner è una polvere e se il luogo è molto umido potrebbe creare danni alla stampante.
  • Sono più economiche. Seppur ci sono stampanti inkjet con costi sotto i €50, le cartucce costano troppo per il loro contenuto, offrendo un’autonomia veramente misera. Basti pensare che un ricambio completo di cartucce costa circa 50€ e la loro autonomia arriva a non più di 200 pagine. Qualcuno mi dirà che basta comprare solo il nero con una spesa di circa €10 euro, ma non basta perché quando andate ad accendere la stampante questa consuma una minima quantità di tutti i colori per rinfrescare gli ugelli, senza contare quando li pulite. E se manca un qualsiasi colore, la stampante non stampa nemmeno se usate solo il nero.

Comprate stampanti inkjet solo se avete la necessità di stampare fotografie, altrimenti affidatevi tranquillamente a stampanti laser (monocromatiche).

Link utili

Ogni articolo è soggetto ad aggiornamenti, condividi se ti è piaciuto

Francesco

Fondatore e amministratore di Dummy-X dal 2007, condivido interessi, idee, progetti, e soluzioni informatiche. Non vendo prodotti, mi limito a descrivere tecnologie e a mettere a disposizione gli strumenti adatti per poter realizzare idee. Tutto ciò che scrivo è frutto della mia esperienza lavorativa e della mia voglia di imparare. Da sempre studio l'informatica in tutte le sue angolazioni (software, hardware, reti e sicurezza) e negli ultimi anni mi sono specializzato nello sviluppo di web applications. Sono sempre aperto a nuove sfide e alla ricerca e conoscenza delle nuove tecnologie.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *