Utilizzare il ReadyBoost su Linux

Scopriremo come utilizzare su Ubuntu una funzione simile al ReadyBoost di Windows, per aggiungere più capacità RAM utilizzando una memoria USB

readyboost fun lol

ReadyBoost è una funzionalità introdotta per la prima volta da Microsoft su Windows Vista. Permette di poter aggiungere RAM ad un computer usando una pendrive USB flash.

Sto cercando di portare in vita un vecchio netbook che non può montare più di 1GB di RAM, e questa funzionalità mi ritorna utile ogni volta che necessito di un quantitativo di RAM maggiore.

Procediamo

La prima cosa che dobbiamo fare è smontare le unità USB che abbiamo collegato al nostro pc, senza staccarle. Facciamo attenzione a non avviare nessun trasferimento dati da altre periferiche, perché si interromperanno. Per smontare le unità USB utilizzeremo questo comando

sudo umount /media/usbdisk

A questo punto utilizzeremo il comando fdisk per controllare la corretta denominazione del nostro drive prendendo in considerazione la capienza di tutte le pendrive che sono collegate al PC in quel momento.

sudo fdisk -l

Io mi ritrovo la pendrive alla posizione /dev/sdb1, quindi devo andare a formattarla in formato swap in modo tale che linux possa utilizzarla come memoria RAM. Per formattarla in swap usare questo comando

sudo mkswap /dev/sdb1

Arrivati a questo punto, l’unico passaggio che rimane da fare è abilitare la pendrive per l’utilizzo come RAM utilizzando il comando

sudo swapon -p 32767 /dev/sdb1

Se la chiavetta è provvista di led, questo comincerà a pulsare senza sosta, perché il sistema operativo sta utilizzando la memoria abilitata.

Disabilitare l’utilizzo come RAM

Per disabilitare l’utilizzo basta semplicemente spegnere/riavviare il pc, oppure digitare il comando

sudo swapoff /dev/sdb1

Controllare lo stato di utilizzo della RAM esterna

Se vogliamo controllare lo stato di utilizzo della vostra memoria RAM, insieme a tutte le unità che utilizzate per estenderla, basta utilizzare il comando

cat /proc/swaps

Si tratta di un sistema veloce ed economico per aumentare all’occorrenza la memoria RAM, l’unico svantaggio è il fatto che l’uso continuato di questo sistema riduce notevolmente la vita del supporto USB utilizzato.

Condividi se l'articolo ti è piaciuto, ci aiuterai a crescere

Francesco

Fondatore e amministratore di Dummy-X dal 2007, condivido interessi, idee, progetti, e soluzioni informatiche. Non vendo prodotti, mi limito a descrivere tecnologie e a mettere a disposizione gli strumenti adatti per poter realizzare idee. Tutto ciò che scrivo è frutto della mia esperienza lavorativa e della mia voglia di imparare. Da sempre studio l'informatica in tutte le sue angolazioni (software, hardware, reti e sicurezza) e negli ultimi anni mi sono specializzato nello sviluppo di web applications. Sono sempre aperto a nuove sfide e alla ricerca e conoscenza delle nuove tecnologie.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *