Il filesystem ZFS

Alcune cose da sapere su questo filesystem non proprio nuovo ma recentemente adottato da Ubuntu

ZFS è un filesystem open-source sviluppato da Sun Microsystem nel 2004, che sarebbe dovuto essere adottato da Mac OS X nel 2007 (notizia che fu smentita), ma nel 2008 grazie al progetto zfs-fuse poteva essere utilizzato dai sistemi Linux. Oggi ZFS è nativamente supportato dalla nuova versione di Ubuntu Eoan Ermine.

Premettendo che al momento è attivabile solo da chi conosce a fondo il sistema operativo in quanto stiamo ancora aspettando un comunicato stampa su come utilizzarlo, vedremo i vantaggi di questo filesystem.

È in grado di superare qualsiasi limite di storage, offre un migliore livello di protezione dei dati e permette la creazione di snapshot a livello di filesystem. Gestisce nativamente sia dischi che volumi con soluzioni analoge a quelle offerde dalle tecnologie RAID.

Uno degli aspetti più interessanti riguardano il fatto che è pensato per ridurre notevolmente la corruzione dei dati in fase di scrittura grazie ad una serie di controlli tra cui anche il checksum a 256 bit. Può funzionare sia su PC che su Server.

Offrimi un caffè su ko-fi.com
Controlliamo randomicamente il funzionamento dei link nei nostri articoli. Nel frattempo, se dei link risultano corrotti segnalacelo tra i commenti, li correggeremo. Grazie.

Francesco

Fondatore e amministratore di Dummy-X dal 2007, condivido interessi, idee, progetti, e soluzioni informatiche. Non vendo prodotti, mi limito a descrivere tecnologie e a mettere a disposizione gli strumenti adatti per poter realizzare idee. Tutto ciò che scrivo è frutto della mia esperienza lavorativa e della mia voglia di imparare. Da sempre studio l'informatica in tutte le sue angolazioni (software, hardware, reti e sicurezza) e negli ultimi anni mi sono specializzato nello sviluppo di web applications. Sono sempre aperto a nuove sfide e alla ricerca e conoscenza delle nuove tecnologie.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *