I primi passi per scrivere un plugin per WordPress

Saper scrivere un plugin è essenziale se si vuole gestire un sito personalizzato

Cominciamo un’altra bella guida tutta dedicata ai plugin per WordPress. In questa prima parte vedremo cosa è un hook, e come si configura la base di un nuovo plugin.

Avere la conoscenza di come si fa un plugin serve per andare a modificare o aggiungere elementi grafici o funzionalità senza correre il rischio di perdere le nostre personalizzazioni durante un’aggiornamento di WordPress o del solo tema che stiamo utilizzando. Capita infatti, per esempio, di apportare una modifica al file functions.php del tema per vederla scomparire al suo successivo aggiornamento.

Utilizzare un plugin, invece, ci permette di aggiungere (modificare o sostituire) elementi o funzionalità del nostro sito in modo tale da rendere le nostre modifiche separate dal CMS e dal tema stesso, in modo da non perdere le nostre modifiche in caso di aggiornamenti.

WordPress Hook

Gli Hook sono la prima cosa che dobbiamo imparare se vogliamo scrivere plugin per WordPress. Si tratta di identificatori che ci permettono di intercettare una posizione o un evento in modo da andare ad eseguire il codice che desideriamo.

Se identifichiamo una funzione su un hook che identifica una posizione del blog, il codice sarà visualizzato nel punto indicato.

Se identifichiamo una funzione su un hook che identifica un evento, appena si verifica un evento sarà eseguito anche il nostro codice.

Il legame tra hook e una funzione viene fatto usando il comando add_action(hook, nome funzione)

Configurazione iniziale del plugin

Dalla root del nostro blog andiamo alla posizione

wp-content / plugins /

Creiamo un file index.php inserendo questo codice e salviamolo

Questo è il codice base per la creazione di un nuovo plugin. I valori commentati (Plugin Name, Pugin URI, Description, Versione, Author, Author URI) sono essenziali in quanto indicano i meta del nostro plugin, dal nome, alla descrizione, al sito ufficiale, all’autore, al link dell’autore.

Come abbiamo già detto prima, vedremo subito il primo legame hook->my_Function. Senza entrare troppo nel dettaglio, appena si verifica quell’hook, verrà eseguito il codice che descrive la funzione my_Function.

indice

Condividi se l'articolo ti è piaciuto, ci aiuterai a crescere

Francesco

Fondatore e amministratore di Dummy-X dal 2007, condivido interessi, idee, progetti, e soluzioni informatiche. Non vendo prodotti, mi limito a descrivere tecnologie e a mettere a disposizione gli strumenti adatti per poter realizzare idee. Tutto ciò che scrivo è frutto della mia esperienza lavorativa e della mia voglia di imparare. Da sempre studio l'informatica in tutte le sue angolazioni (software, hardware, reti e sicurezza) e negli ultimi anni mi sono specializzato nello sviluppo di web applications. Sono sempre aperto a nuove sfide e alla ricerca e conoscenza delle nuove tecnologie.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *