Usare i social responsabilmente

I Social Network sono uno strumento potente, e proprio per questo bisogna usare precauzioni

Tutto ciò che bisogna evitare sono i profili falsi. Sia su Facebook, che su Twitter che su Google+, chiunque può registrare un profilo indicando qualunque cosa. Se siete li per divertirvi e basta, potete anche non farci caso, ma dal momento in cui cominciate a stringere legami che vanno oltre la semplice socializzazione, sarebbe bene andare a toccare vari punti prima di proseguire.

Nome e Cognome

Non sono necessari, ma se sono indicati Nome e Cognome in chiaro sarebbe meglio. Non interessa se il nome principale indica un nickname scherzoso o altro, l’importante è che da qualche parte sia presente.

Foto

Una cosa fondamentale sono le foto. Un utente può anche avere una picture casuale, ma un contatto genuino non può non presentare foto dell’interessato. Primi piani, oppure anche foto pov che ritraggano ciò che vive intorno l’interessato. Un profilo senza foto o solo foto scaricate da internet non può essere considerato attendibile. Conoscere il volto della persona con cui si sta parlando è importante.

Profili freschi

Un punto da non sottovalutare, è il profilo fresco. Bisogna vedere cosa ha condiviso quella persona fino a quel momento, e soprattutto, quanti collegamenti con altre persone ha. Un profilo genuino non può essere vuoto di contenuti.
Per contenuti si intende tutto ciò che non sia un link ad un sito o ad un video su YouTube, per esempio, e per collegamenti con persone non si intende l’amicizia al sito della Repubblica, ma altre persone vere che sono genuine a loro volta.

Contatti con persone vere

Un finto profilo può avere tante ragioni per esistere. Fate caso anche alle attività della persona sugli altri profili. Se non scrive nulla oppure mostra attività solamente con faccine e frasi inutili o scontate, non va bene. Basta mettersi nei panni di qualcuno che vuole creare un profilo falso, e per creare un’intera cronologia per un identità fasulla deve scrivere tante cose a caso.

Considerare il profilo come un Curriculum

Ci vuole tempo affinché una persona normale e genuina riempia di cose genuine il proprio profilo. Ciò vuol dire, che non è facile per un profilo falso riuscire a creare un’identità standard nel tempo. Bisogna considerare il profilo come un vero e proprio curriculum. Il mio profilo Google+, ad esempio, contiene elementi che riguardano la mia precedente vita a Padova, poi Milano, poi Roma. Per un finto profilo è impossibile raggiungere una genuinità del genere.

I contatti personali

E’ impossibile per una persona con cui si sta stringendo un rapporto vero non condividere i propri contatti personali. Il cellulare, il contatto skype, i link degli altri profili social. Sono importanti ma nel complesso. Bastano 10€ per andare ad attivare un nuovo numero di cellulare, quindi far caso al complesso di informazioni che andate a percepire da questa persona.

“Gli altri”

Conosci questa persona? E’ una domanda che dovremmo porre alle persone che solitamente contattiamo. E’ impossibile per un falso profilo essere genuini con tutti, quindi consigli sulle persone che già conosciamo sono importanti. Una persona con cui già abbiamo un bel rapporto non ci dirà buone parole se non conosce realmente quel profilo.

Purtroppo esistono tanti tipi di persone che si dividono in buoni e cattivi. Non fidatevi mai dell’altra persona a meno che non ci sia stato un contatto visivo reale. Sui social può sbocciare di tutto, come l’amiciza e l’amore, ad esempio. Proprio per questo, proprio perché siamo umani, qualche precauzione, almeno fino a che non possiamo accertarci con mano che quella è la persona con cui stavamo parlando, non fa male.

Offrimi un caffè su ko-fi.com
Controlliamo randomicamente il funzionamento dei link nei nostri articoli. Nel frattempo, se dei link risultano corrotti segnalacelo tra i commenti, li correggeremo. Grazie.

Francesco

Fondatore e amministratore di Dummy-X dal 2007, condivido interessi, idee, progetti, e soluzioni informatiche. Non vendo prodotti, mi limito a descrivere tecnologie e a mettere a disposizione gli strumenti adatti per poter realizzare idee. Tutto ciò che scrivo è frutto della mia esperienza lavorativa e della mia voglia di imparare. Da sempre studio l'informatica in tutte le sue angolazioni (software, hardware, reti e sicurezza) e negli ultimi anni mi sono specializzato nello sviluppo di web applications. Sono sempre aperto a nuove sfide e alla ricerca e conoscenza delle nuove tecnologie.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *